Quarto Oggiaro

progetti_quarto1

A Quarto Oggiaro abbiamo recuperato in totale 58 alloggi di proprietà comunale.
Si tratta di 34 bilocali (da 40 a 60 mq) e 24 monolocali (da 27 a 38 mq) che si trovano diffusi nel condomini popolari.

Le attività di ristrutturazione degli alloggi sono iniziate nel 1998 e i primi soci inquilini sono entrati negli alloggi nella primavera del 1999.
Abbiamo offerto loro il nostro pacchetto di gestione immobiliare e sociale alla quale si sono aggiunti percorsi individualizzati di accompagnamento sociale, in particolare per famiglie in difficoltà di inserimento lavorativo o sociale.

quarto_ristrutturare

Nel corso del 2007 e 2008 abbiamo partecipato a un progetto a favore della coesione sociale collaborando per quanto riguarda i temi dell’abitare, dell’integrazione sociale, della sicurezza sociale e della salute.

Successivamente abbiamo collaborato con il tavolo Abitare per la sperimentazione di un percorso di “mediazione relazionale di condominio”. Questo percorso ha portato alla promozione di uno studio di fattibilità di un servizio di “agenzia immobiliare sociale”, per la facilitazione dell’incontro fra domanda e offerta di casa a prezzi sostenibili sul territorio.
Attorno al tavolo dell’Abitare s’è creata una partnership di progetto abbastanza vasta composta da: Comune di Milano (Settore Periferie, Servizi sociali), Fondazione San Carlo, Cooperativa Sociale Eta Beta, Fondazione I Care Ancora, Associazione Comunità e Famiglia, Associazione Comunità di Villapizzone, Mondo Comunità e Famiglia, Centro Assistenza Sociale Territoriale, Ente Morale Opera Nomadi, Associazione Villapizzone Viva, Sindacato Inquilini Casa e Territorio SICET.

quarto_piazza

Nel corso del 2014 dodici famiglie di soci inquilini sono state coinvolte in un percorso di mobilità, ovvero hanno dovuto lasciare il proprio alloggio per trasferirsi in una nuova casa messa a disposizione, sempre in quartiere, dal comune di Milano.
Gli alloggi che i soci hanno lasciato saranno ristrutturati dal comune e rientreranno e saranno assegnati a persone in attesa di una casa popolare.

Comments are closed.