ViVi Voltri

voltri sfondo-01

L’intervento di housing sociale di via Voltri, nel quartiere Barona, ha visto la realizzazione da parte del fondo Residenze Social Housing gestito da Torre SGR di appartamenti, in parte in vendita convenzionata e in parte in affitto, e di servizi per il quartiere all’interno di un’area assegnata in concessione dal Comune di Milano a seguito di un bando pubblico.

DAR è stata individuata quale soggetto gestore degli alloggi destinati alla locazione ed ha stipulato un contratto con Torre SGR s.p.a. che la individua quale soggetto gestore e locatore della quota di alloggi da destinare alla locazione.

L’intervento di nuova costruzione ha previsto la realizzazione di due edifici destinati alla locazione, per un totale di 113 appartamenti. Di questi 14 sono monolocali, 59 bilocali e 40 trilocali.
Dei 113 appartamenti in locazione, 56 sono locati a canone moderato e 57 a canone sociale. Gli alloggi a canone sociale sono destinati a nuclei familiari che hanno fatto domanda per una casa di Edilizia Residenziale Pubblica. Di questi, a seguito di una convenzione tra il Fondo e i comuni di Milano, Corsico e Cesano Boscone, 7 appartamenti sono destinati a nuclei familiari individuati dal Comune di Cesano Boscone, 9 dal Comune di Corsico e 41 dal Comune di Milano.

Nel 2015 il Comune di Milano, in collaborazione con DAR, ha pubblicato un bando ad hoc rivolto alle persone già iscritte alla graduatoria ERP che fossero interessate ad un appartamento a canone sociale all’interno del contesto di via Voltri. Gli alloggi sono stati assegnati a nuclei familiari con i requisiti del canone sociale e un ISEE-erp superiore ai 7.000 €. Il bando e gli esiti sono consultabili sul sito del Comune di Milano.

dav

Gli appartamenti in locazione a canone moderato sono destinati alle famiglie che non hanno i requisiti per richiedere una casa popolare, ma nemmeno le risorse per accedere al mercato privato. Gli alloggi sono stati assegnati attraverso avvisi pubblici a nuclei familiari con i requisiti del canone moderato e un ISEE – erp compreso fra i 16.000 e i 40.000 €. A fronte della volontà di individuare categorie deboli relativamente all’accesso all’abitazione in affitto e della necessità di garantire un mix sociale idoneo alla sostenibilità economica e sociale dell’intervento, sono stati scelti alcuni target specifici: le famiglie monoparentali e le famiglie di nuova formazione con almeno un componente di età inferiore ai 35 anni.

In seguito alla sottoscrizione del contratto con Torre SGR e alla consegna degli edifici avvenute in ottobre 2016, DAR  a partire da metà novembre 2016, ha iniziato a consegnare gli appartamenti agli assegnatari.

Per documentare la fase di avvio del progetto, abbiamo realizzato un video che racconta l’esperienza dell’assegnazione di un alloggio all’interno del progetto ViVi Voltri attraverso la narrazione di due famiglie. Le telecamere hanno seguito le due famiglie, a partire dalla loro abitazione di provenienza fino al trasloco nella nuova casa. Abbiamo poi voluto documentare la festa d’inaugurazione che c’è stata in aprile 2017, insieme ai nuovi abitanti. Il video è stato realizzato da Elia Rollier e Luca Cusani.

Al piano terra degli edifici in locazione, DAR ha in gestione anche due spazi a servizio per attività comuni rivolte agli abitanti e al quartiere che costituiscono un’opportunità per lavorare sull’attivazione e sulle relazioni tra abitanti e con il quartiere in merito al loro utilizzo condiviso.

Il primo è uno spazio per gli abitanti e ospita lo sportello di ascolto della cooperativa DAR=CASA un pomeriggio a settimana e le attività e le iniziative proposte dagli abitanti e da DAR secondo una calendarizzazione gestita dalla cooperativa stessa. Da ottobre, in base ai bisogni emersi dal confronto con gli abitanti, lo spazio ospita l’attività di aiuto compiti per i bambini e i ragazzi e un corso di zumba. In questi mesi inoltre gli abitanti hanno utilizzato lo spazio per organizzare alcune feste private.

Il secondo spazio, a seguito di un contest per raccogliere idee e proposte dalle realtà del territorio, è gestito da Spazio Aperto Servizi che ha aperto il ViVi Voltri Lab, uno dei luoghi della rete di Milano Sei l’Altro.
ViVi Voltri Lab ospita anche un punto WeMi, uno spazio di ascolto, informazione e prossimità per l’accesso ai servizi domiciliari e di welfare del Comune di Milano.

 

Comments are closed.